Nata a Firenze nel 1953.
Nel 1973 ha cominciato a lavorare nello studio del pittore Emanuele Cavalli, uno dei fondatori, insieme a Pirandello, Cagli e Capogrossi, della Scuola Romana, divenendo successivamente sua assistente alla Scuola di Nudo dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove nel 1997 è stata nominata titolare. Nel 1982 si è laureata in Architettura all’Università degli Studi di Firenze.
Il suo lavoro artistico, dalla forte base di conoscenza tecnica ed espressiva propria della pittura, si è sempre mosso nell’ambito figurativo, con un particolare riferimento alla pittura italiana del Novecento e ad autori quali Ghiglia, Longhi e lo stesso Cavalli. Il colore è stato il vero protagonista dei suoi dipinti in cui ha sviluppato due temi. Quello della natura morta, prediletto fin dagli esordi, dai colori vivaci e le frequenti atmosfere metafisiche, e quello della figura femminile; giovani donne o bambine quasi adolescenti pensierose, impazienti di crescere, ignare e al tempo stesso consapevoli del potere della propria bellezza, dentro interni talvolta illuminati da una affascinante luce artificiale.
Da qualche anno Sandra Batoni si dedica alla scultura, realizzando opere in cui l’ideale filo conduttore è un ironico, irrispettoso confronto sull’estetica della natura, come si è venuta delineando durante gli anni ottanta, e la figura umana quale rappresentazione delle vanità e dei conflitti della nostra società. Dal 1991 ha esposto in molteplici mostre: personale alla Galleria II Moro di Firenze; 1993 personale al Florence Dance Center di Firenze; Expo Arte Montichiari, Udine/Padova; 1994 personale al Lyceum di Firenze; 1995 personale alla Galleria Faustini di Firenze;Expo Arte -Bologna; collettiva In visita allo stu-dio di Gino Severini, Montespertoli (Firenze); 1996 personale alla Galleria Comunale di Cesenatico; 1997 collettiva al Convento di San Francesco di San Miniato (Firenze); collettiva alla Galleria Comunale di Montespertoli; collettiva alla Inter art galene Reich di Colonia (Germania); collettiva alla Galleria Civica di Suzzara (Mantova); personale alla Galleria Corarte di Cisterna di Latina; collettiva Omaggio a Caruso aLastra, Signa (Firenze); 1999 collettiva alla Galleria Via Larga della provincia di Firenze dei primi premia-ti con il Fiorino d’Oro; 2000 personale alla Expo Arte di Bari; 2001 collettiva alla Inter art galene Reich di Colonia; 2002 collettiva Maestri del Reale e del Fantastico a Montelupo Fiorentino; 2003 Rassegna d’arte fra neofigurazione e citazionismo alla Limonaia di Villa Strozzi a cura del Comune di Firenze; 2005 perso-nale alla Galleria Parronchi di Milano Ha ricevuto due prestigiosi premi: 1973 Premio Santhià, Cassa di Risparmio Vercelli Santhià; 1998 Premio per la pittura Il Fiorino, Comune di Firenze.
è presente in molte pubblicazioni e cataloghi: A.M. Landi – Sandra Batoni, Galleria Città di Massa, Mas-sa; A.M. Landi – S. Batoni, Galleria Le Muse, Bari; Sandra Batoni, Galleria Guelfa, Firenze. V. Corti – S. Batoni, Istituto Stensen, Firenze; catalogo Mostra Mercato d’Arte, Montichiari, Brescia; catalogo Mo-stra Mercato, Padova; V. Corti – N. Fusco – S. Batoni, Galleria Lyceum, Firenze; catalogo XXXVII Premio Suzzara, Suzzara; catalogo XVI Premio Firenze, Firenze; catalogo Farsetti Arte, Prato; catalogo Mostra Mercato d’Arte, Bari; T. Paloscia Il Novecento di Sandra Batoni, Firenze

Sera, 2006 – olio su tela, cm 50×60
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *