Nato a Tivoli nel 1949, dove tuttora vive e lavora.
Infaticabile promotore delle proprie opere, è presente da più di trent’anni nel panorama delle arti vi-sive.
Ha realizzato i suoi primi lavori nei lontani anni Settanta, sotto la guida dei maestri e galleristi veneti in lungo percorso costellato di iniziative culturali, artistiche e benefiche.
Un percorso, dunque, frutto di una continua, laboriosa ricerca che lo ha portato a realizzare il sogno iniziale: far conoscere la sua arte, tipicamente italiana, presso altre culture all’estero. Moltissimi i tra-guardi raggiunti, i premi ricevuti anche da parte di importanti istituzioni.
Varie e diversamente articolate le fasi di crescita che l’artista ha attraversato.
Autorevoli i critici che di lui si sono interessati come altrettanto notevole il numero di giornali e riviste specializzate che di lui hanno pubblicato.
Tutto ciò a significare e sottolineare il suo impegnato ed impegnativo ruolo nell’arte, per alcuni versi difficile e contraddittorio. Così Cellanetti si esprime: “L’arte visiva, non essendo bene da consumare bensì da gustare, non è considerata figlia dei nostri tempi… La meritocrazia, non sempre presente, diventa testimonianza palese di come alle volte va il mondo: un mondo fatto, in alcuni frangenti, solo di parole”.

Sinfonia dei ritmi, 2010 – tecnica mista su tela, cm 90×90
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *