Nato a Ragusa nel 1972, vive e lavora a Firenze.
Frequenta il corso di scenografia all’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Dal 1995, intraprende lo studio delle tecniche pittoriche, della doratura e del restauro, presso note botteghe fiorentine, acquisendo una solida base tecnica e un’ampia conoscenza degli stili pittorici e dei materiali, con-temporaneamente collabora con gruppi che operano nell’ambito del teatro di ricerca, nell’opera, nel balletto e nell’allestimento di eventi. L’interesse costante per le arti visive e lo stimolo della coerenza formale tra aspetti progettuali e realizzativi gli permettono di approfondire anche il suo rapporto con la scultura e la fotografia, in un percorso di ricerca stilistica personale e nelle loro applicazioni teatrali.
Dal 1998 si avvicina ulteriormente all’attività di costumista teatrale e allo studio del costume-oggetto e della maschera, nel momento in cui questi diventano estensione del corpo dell’attore e generatori della dinamica nello spazio scenico. In seguito alla collaborazione con il regista Francesco Gigliotti, elabora percorsi proget-tuali che vanno dalla tradizione della Commedia dell’Arte italiana alla sperimentazione performativa, con la Compagnia Opera Prima (Latina), il Centro di Drammaturgia Europeo (Potenza), il CUT di Cosenza, le Botteghe Invisibili (Potenza), il Teatro Popolare d’Arte (Firenze).
Dal 2003, con la produzione delle azioni performative Fiordipelle Circo PerBacco, focalizza la sua attenzione intorno al concetto di artista-performer, autore e tramite diretto, nello spazio dell’azione o di allestimento, delle sue stesse creazioni, maschere, costumi, elementi di scena come opere d’arte non solo da vedere ma fare vivere sulla propria pelle. La sua pittura indaga la fusione tra paesaggio e geometria dei luoghi urbani, nel momento in cui l’emozione della visione si trasforma in atmosfera di luce e profondità e le superfici scabrose e i rilievi evocano il ricordo e la nostalgia della materia umana.
Principali esposizioni e partecipazioni:
2010: collettiva Variazioni sul rosso, Galleria IAC Impruneta (Firenze); partecipazione e terzo premio al Concorso per il Centenario della Fondazione del Manifesto Futurista, organizzato dal Caffè Storico Letterario Giubbe Ros-se, Firenze; partecipazione Festival dell’Arte contemporanea, Galleria IAC Impruneta; Le stanze comunicanti-5mostra personale del Premio Italia per le Arti Visive di Eco d’Arte Moderna, presso la Ex Fornace Pasquinucci di Capraia Fiorentina; 2010: Collettiva Associazione Art-Art, presso IAC Impruneta.
2009: mostra personale Terra e Cielo, Albergaccio del Machiavelli, Sant’Andrea in Percussina, San Casciano (Firenze); partecipazione XXXIX Edizione Mostra all’aperto Gruppo Donatello, Piazzale Donatello, Firenze; par-tecipazione XXIV Edizione Premio Italia per le Arti visive, Ex-Fornace Pasquinucci, Comune di Capraia.
2008: 35° collettiva di San Luca, Associazione Art-Art, Impruneta; 2007: partecipazione concorso Ex Tempore e mostra collettiva, Associazione Art-Art, Impruneta.
2006: partecipazione concorso e mostra collettiva Settimana Multimediale del Barocco, Palazzo Cosentino, Ra-gusa Ibla.
2005: azione performativa Circo per Bacco, rito buffo di e con Giorgio Distefano e Luca di Castri, Cantiere di Te-atro d’Arte, Sermoneta (Latina).
2004: azione performativa Fiordipelle (Installazione, maschere, collage e video), di e con Giorgio Distefano e Luca di Castri -Free Festival, Chiaramonte Gulfi, Ragusa; Cantiere di Teatro d’Arte, Sermoneta; Lazzaretto della Mole Vanvitelliana, Ancona.

Veduta, 2009 – olio su tavola, cm 35×35
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *