Nato a Viterbo nel 1950, vive e lavora a Montefiascone (Viterbo).
Si diploma nel 1969 presso l’Istituto Statale d’Arte di Civita Castellana, frequenta il corso di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Roma, assistente volontario dal 1972 al 1974 del maestro Sante Monache-si; mentre insegna Discipline Pittoriche dal 1974 al 1982 presso il Liceo Artistico di Viterbo, frequenta il corso di scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Viterbo; dal 1982 è docente di Arte e Immagine presso la Scuola Media di Montefiascone. Dal 1968 al 1980 espone in varie mostre personali, premiatoalla Mostra d’Arte Sacra a Capua (Na).
Dal 1980 al 1984 aderisce al gruppo La Nuova Pittura di Storia che assume validità e vigore progettuale con la presenza del critico d’arte Giuseppe Gatt.
La prima manifestazione è del 1981: Ventura e Morte in Viterbo di Sir Arrigo di Cornovaglia dell’anno del Signore MCCLXXI, seguita da molte iniziative nei quattro anni successivi.
Nel 1984 esce dal gruppo con nuovi progetti artistici del tutto diversi.
Dal 1985 inizia una intensa attività artistica con prestigiose personali in Italia, Germania e Svizzera. Dal 1990 collabora con due gruppi di artisti coordinati dalle Gallerie Naos e Forzani e col gruppo sele-zionato dalla Galleria Il Perseo di Firenze con mostre itineranti a Firenze, Prato e Viterbo.
Prosegue con costanti presenze in manifestazioni artistiche di alto rilievo alternando personali, collet-tive e premi in tutto il territorio nazionale.
Di lui hanno scritto insigni critici: E. Anselmi, M. Bonatesta, G. Dalla Chiesa, G. Gatt, F. Napoli e molti altri.
Pier Paolo Castellucci descrive “L’attitudine di De Angelis ad estendere il proprio repertorio iconografi-co nella sfera di un complesso territorio che possa raggruppare filosofia ed estetica… in dense gamme oggettuali e pittoriche in simulacri archetipici riesumati da un colto retaggio storico”.

Un magnifico caffè, 2003 – tecnica mista su carta, cm 50×35
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *