Nato a Firenze nel 1948, risiede e lavora a Pontassieve (Firenze).
A Firenze si è diplomato alla Scuola Cappiello frequentando i corsi di Canessa, Ammannati, Marsan, Poggiali. Ha svolto attivita grafica in studi e in case editrici tra cui L’Ateliear di Squillantini a Fiesole come illustratore di libri. Significativi per la sua formazione artistica i viaggi negli Stati Uniti, Canada, Europa centrale, Messico, Grecia e Creta. Dal 1991 si dedica anche alla scultura e all’intaglio per la xilogra a, realizzando lavori che vengono particolarmente apprezzati in Giappone e Stati Uniti. E’ stato invitato a rassegne e collettive ed ha allestito personali in Italia e all’estero ottenendo successo di critica e di pubblico. Numerosi i premi assegnatigli. Negli ultimi anni ha partecipato a mostre di beneficenza a favore dei distrofici tenutesi a Firenze all’Accademia ed al Chiostro di San Marco ed alIa Palazzo Vecchio 2. Nel 1996 ha esposto a Pontassieve in personale e nella manifestazione Toscanello d’Oro; di rilievo la personale di xilogra e alIa Galleria Kokabutei di Igima (Giappone). Ha tenuto molte personali a Childwoods Gallery, Olympia, (Usa); Galleria Aglaia, Firenze; Galleria II Castello, Pontassieve; Galleria II Cavalletto, Tavarnelle Val di Pesa (Firenze) Galleria Pananti, Firenze e ha partecipato a mostre collettive presso: Galleria La Tavolozza, Firenze; Circolo Culturale Campomarte, Firenze; Collettiva di arte sacra, Chiesa di San Lorenzo, Firenze; Toscanello d’Oro 75 Pontassieve, Le norme disattese, Monastero di Camaldoli (Arez- zo); Per una convalida delIa cultura visuale, Galleria II Cavalletto, Tavarnelle Val di Pesa (Firen- ze); Biennale Arte e Sport, Parterre, Firenze; Carta d’ Autore, Galleria II Castello, Pontassieve; II potere dell’immagine come disciplina visiva, Toscanello d’Oro, Pontassieve; Comune di Casole D’Elsa (Siena); Tendenze, Centro Arti visive II Perseo, Firenze, Gli innocui fantasmi estetici, Citta di Chitignano (Arezzo); Omaggio a Pinocchio, Comune di Loro Ciu enna (Arezzo); Premio Romolo De Martino, Palagio di Parte Guelfa, Firenze.
Dino Pasquali scrive: “Sorprende in ogni modo la sua maniera di mostrarsi diverso, esteticamente parlando, di fondare spesso le sue immagini “misteriose” su due colori soltanto: il rosso e il nero. ‘Rivisto e corretto’ vi è (o vi è stato) Jacovitti nelle sue creazioni…”.


Gallo rosso su tetto rosso, 2010 – Tempera alla caseina su tavola, cm 81×106
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento